Aboliremo l’orgasmo

Ovviamente questo è impossibile. Abolire l’orgasmo, intendo.

La felice espressione – tutto quanto ha a che fare con l’orgasmo è felice – la troviamo nella tremenda tirata politica che O’Brien sputa addosso all’inerme Winston, sul finire del 1984. Per quanto pessimista, Orwell non lo è stato fino in fondo. A parte il fatto che è impossibile, non c’è bisogno di abolire l’orgasmo. La gente per lo più provvede da sé. Non nel senso che ci si masturbi in continuazione. Certo, si fa pure quello, ma così l’orgasmo è mantenuto. L’orgasmo va spostato. Arriveremo al punto in cui l’orgasmo si proverà solo quando segnerà un gol la propria squadra del cuore. Forse solo allora ogni orgasmo sarà finalmente il prodotto di un amore vero e incondizionato. Probabilmente i figli nasceranno a ondate: se l’Italia vince i mondiali, sai quanti figli quell’anno. Si potrebbero regolamentare le nascite truccando le partire di calcio. In questo modo pure il Vaticano sarebbe costretto a scendere in campo.

Leggere 1984 in questi giorni, in Europa e a Regalbuto, qua, nella sperduta provincia di Enna, acquista un sapore tutto particolare. L’Europa con le sue partite economiche; e chi vede nello scontro Germania-Grecia un riflesso delle porcherie politiche del momento, quasi un segno del destino. E si tifa Grecia. E poi si dice che è normale che vinca la Germania.

Mah.

A Regalbuto è arrivato il digitale terrestre. Anzi, avrebbe dovuto essere arrivato. Difatti ancora non si riesce a vedere quasi niente. Almeno così mi dicono. Non sono molto interessato alla televisione, ma è difficile non notare gli effetti che fa su chi ne è interessato. A Regalbuto non c’è il digitale terrestre e la tv analogica non si vede più. La gente, però, vuol vedere la televisione, senza non può stare, non si parla d’altro a casa, in giro, nei bar, in certi gruppi politici. Ci sono gli Europei e la televisione non si vede. Mi dicono che poco distante da qui ci si ammassa nei centri commerciali per comprare un decoder utile per il digitale terrestre. Cose che servono per comprare altre cose, che servono per comprare altre cose e così via.

C’è gente che ha rinunciato agli orgasmi per l’età, per stanchezza, per noia. Prima a quelli di coppia, se mai ne ha avuti; poi pure a quelli in solitaria. Il senex libidinosus aveva una sua irresistibile voglia istintuale; oggigiorno pare addirittura qualcosa di affascinante, che sta perdendosi col tempo. Il regime ottiene il proprio scopo quando non costringe nessuno. È il passaggio compreso da Orwell dal “tu non devi” e dal “tu devi” al ben più consistente “tu sei”. L’orgasmo non può essere abolito. Ognuno sceglie dove spostare il proprio orgasmo: il regime è contento se tu scegli di spostarlo su calcio e televisione.

Perché tu sei calcio e televisione. Tu sei il Grande Fratello che ti guarda.

5 pensieri su “Aboliremo l’orgasmo

  1. Ma sei sicuro che la gente stia spostando l’orgasmo dal sesso ad altro? A me invece sembra che si stia sessualizzando ogni aspetto dell’esistenza e che ogni gioia, individuale o sociale, sia a immagine di orgasmo sessuale.

  2. Caro Antonio, magari fosse così. Non c’è questa sessualizzazione; c’è solo se consideriamo il sesso come sinonimo di porno. In quel senso allora sì: come diceva Carmelo Bene, siamo nel porno.

  3. Il punto di vista secondo cui si distingue tra sesso e porno è interessante, ma un giorno dovrai spiegarmelo! Io mi fermo all’identità di sesso e fisiologia, pulsione, cieca coazione a ripetere.

  4. “ognuno sceglie dove spostare il loro orgasmo”…. il regime ti indirizza ed è contento. 20anni di messaggi subliminali e non, inoculati ad arte dai media per volonta’ del “sultano”, gli effetti devastanti subiti… un’intera generazione cresciuta nei “miti” del grande fratello e di Amici,di trasmissioni horror da “ingerire”durante i pasti dove culi e cosce facevano(e fanno) da dessert…..tralascio il rincoglionimento dei padri di questi ragazzi, passati dalle lotte per i diritti a un “posto in prima fila”….Cosi’ si spiegano i dibattiti e le incazzature per il “dio” decoder,nei bar,nelle piazze,nei luoghi di lavoro……e intanto ci mandano in pensione a 67anni….. Bello il calcio inteso come gioco di squadra, il gesto agonistico e spettacolare, fare gruppo…odioso tutto cio’ che lo circonda, dai parassiti che vi si nutrono ai tifosi beceri che vivono solo di quello, agli stipendi…..e intanto ci “tagliano”i diritti…..l’inoculazione quotidiana di tutto cio’(e molto altro) ha desensibilizzato i più,non ci si indigna di fronte a nulla…..il “sultano” va con le minorenni? beato lui che puo’…….. appalti truccati? come fare per poter entrare nel giro…….e intanto diventiamo sempre piu’ poveri…….Non si rinuncia all’orgasmo, si scelgono altre strade per raggiungerlo,oggigiorno quella più praticata è quella del sadomasochismo……L’orgasmo (quello di coppia)può attendere! 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

:wink: :-| :-x :twisted: :) 8-O :( :roll: :-P :oops: :-o :mrgreen: :lol: :idea: :-D :evil: :cry: 8) :arrow: :-? :?: :!: